Milkman Consegne a Domicilio
ARCHIVIO NEWSLETTER IT EN

Combattento contro il tempo, i destinatari assenti e gli indirizzi incompleti nelle consegne ultimo-miglio

by Milkman

Chi effettua consegne a domicilio vive con una Spada di Damocle sospesa sul capo: il tempo. Che si tratti di un corriere costretto a raggiungere una quota giornaliera di consegne o di una startup high-tech in grado di lavorare su finestre orarie strettissime, il tempo resta uno dei fattori chiave della corsa all’ultimo miglio.

All’interno di questo ultimo miglio l’ultimo metro presenta due comuni difficoltà, entrambe in grado di consumare tempo prezioso: l’assenza del destinatario e la vaghezza degli indirizzi. Per risolvere questi problemi diverse aziende stanno provando approcci innovativi.

Scongiurare la maledizione degli indirizzi sbagliati, incompleti o della totale assenza di indirizzi è la vocazione dei nostri amici di What3Words. La startup inglese ha diviso la superficie del globo in una rete di quadrati di tre metri per tre metri di lato e ad ognuno di essi ha assegnato un identificativo composto da tre parole scelte a caso dal dizionario. Una soluzione semplice ed efficace, specialmente per quelle nazioni emergenti le cui strade possono non avere un nome o una numerazione. Sette nazioni hanno già ufficialmente adottato il sistema di indirizzi proposto da W3W e tra queste ci sono Nigeria e Mongolia.

W3W ha stabilito partnership anche con diverse entità del last-mile europeo: Quiqup, Parcelly e BlackBay offrono l’opzione di registrarsi con un indirizzo W3W sui loro portali e sulle loro app. Naturalmente la geolocalizzazione all’interno delle grandi città occidentali non può essere precisa come in campagna, visto che nei cosiddetti canyon urbani il margine di errore può arrivare a 30 metri, vanificando l’efficacia dei tre metri per tre, che sarebbero ideali per identificare non solo i palazzi ma addirittura i loro ingressi.  

Altre startup, come Fetchr a Parcify, stanno sperimentando con consegne effettuate non a casa ma presso la posizione GPS del cellulare del destinatario. Questa tecnica potrebbe risolvere sia i problemi di assenza delle persone che quelli di indirizzo errato ma è aperta ad altre difficoltà, innanzitutto l’impossibilità di pianificare le rotte in anticipo. Potrebbe rendere, al contrario, per un modello di consegne estremamente concentrato sull’on-demand e sulla gig-economy.

 

DPD, grazie alla sua app Your DPD, sta testando una nuova soluzione: “La app usa la geolocalizzazione per allertare automaticamente il driver se un destinatario rivelatosi assente torna a casa, in modo che esso possa provare una seconda consegna prima di terminare la giornata e tornare al magazzino”.

La filosofia di Milkman è invece quella di puntare tutto sul dare agli Shopper la libertà di decidere il giorno e la finestra oraria della loro consegna, con aggiornamenti progressivi che finiscono per ridurre a solo mezz’ora il lasso temporale previsto per l’arrivo del pacco. La possibilità di riprogrammare la consegna fino all’ultimo minuto si è rivelata anch’essa preziosa: meglio passare alla consegna successiva che perdere inutilmente minuti cercando qualcuno che non è in casa. Abbiamo recentemente anche implementato la possibilità di seguire il progresso del nostro furgone su una mappa aggiornata in tempo reale, cosa che i nostri utenti hanno molto gradito.   

Naturalmente non tutti desiderano pagare per una finestra oraria premium di un’ora. Diventa allora necessario assicurarsi che gli Shopper possano esplorare liberamente ogni opzione tempo-costo, così da poter scegliere in modo informato quella a loro più conveniente. Ricordiamoci che anche loro hanno tutto da perdere da una consegna mancata.

Quando gli utenti si iscrivono al nostro servizio li incoraggiamo inoltre a riempire un modulo estremamente dettagliato nel quale possono specificare non solo il loro indirizzo ma anche note personali, la presenza di una portineria, gli orari di quest’ultima etc. Un approccio semplice ma redditizio in termini di precisione.

Vuoi scoprire di più su Milkman? Clicca qui e contattaci.  

 

#Deliveries, #eCommerce, #Our Vision, #last-mile

    
COMMENTI