Milkman Consegne a Domicilio
ARCHIVIO NEWSLETTER IT EN

Taking Stock: Evviva! I robot salvano il Natale.

by Sean Fleming

Nel giro di poche settimane il settore della vendita al dettaglio sarà investito da un vero e proprio ciclone. Durante il picco di fine anno centinaia di milioni di consegne verranno effettuate in tutta Europa e, come sempre accade, faranno venire un bel mal di testa a chiunque abbia la responsabilità di garantire che gli ordini dei clienti siano rispettati in tempo.

Nel Regno Unito, Royal Mail, che nel 2017 ha gestito 149 milioni di pacchi, sta aprendo sei uffici di smistamento pop-up e sta assumendo quasi 3.000 persone per lavorare al loro interno. In totale prevede di assumere 23.000 agenti temporanei. Argos, invece, è alla ricerca di 1000 nuovi driver.

Se ripensiamo agli ultimi quattro anni le problematiche legate alla consegna sono diventate un ospite fisso delle feste: il Black Friday 2014 ha catturò l’immaginazione dei consumatori trovando i venditori del tutto impreparati. Yodel, il secondo corriere dopo Royal Mail, ricevette tanti ordini da ammettere che sarebbero stati necessari almeno 5000 impiegati extra per evaderli nei tempi promessi.

Nessuno, oggi, vuole farsi ritrovare impreparato al rush natalizio.

Personale insufficiente? Arrivano i robot!

Che si tratti di picking, imballaggio o guidare un furgone, il numero di lavoratori disponibili è sempre limitato. E non tutti avranno le giuste capacità o la necessaria esperienza. Trovarne abbastanza per coprire i rush è un problema. Ma non per gli abitanti di Milton Keynes!

Milton cosa?

central-milton-keynes crop


Milton Keynes: città nata soli 51 anni fa, 72 km a nord-nord-ovest di Londra. Il perché della loro fortuna? Una flotta di droni terrestri della startup Starship sta arrivando a salvare il Natale.

La città di Milton Keynes ha una popolazione di circa 230.000 e si estende su 62,52 km quadrati di ex terreni agricoli. Superficialmente potrebbe sembrare una strana scelta per quella che Starship Technologies descrive, sul suo sito, come "una prima mondiale". Dichiarazioni come questa: "i consumatori di tutto il mondo non perderanno mai più una consegna" (sempre tratta dal sito), sono piuttosto comiche, se pensiamo che gli unici consumatori che "mai più perderanno una consegna" sono la brava gente di Milton Keynes.

Tutti e 230.000.

Ci sono piani per lanciare il servizio anche nella "Bay Area, California", entro fine anno. È probabile che si tratti della baia di San Francisco, ma nessuno s’è premurato di chiarirlo.

Il sito di Starship afferma, inoltre, che: "Centinaia di robot prodotti dall’azienda porteranno i pacchi direttamente alle porte dei consumatori. È la prima rete commerciale al mondo di consegne autonome".

Non so perché parlino di se stessi in terza persona. Inoltre non conosco nessun altro che sviluppi droni terrestri. Per quanto riguarda le "porte dei consumatori" voglio proprio vedere come saranno gestiti i condomini …

Verso il futuro ma senza scale

Scopro, però, che ci sono diverse buone ragioni per cui Milton Keynes è il posto ideale perché i soldatini di Starship riescano nella loro missione. A differenza di quasi tutte le altre città del Regno Unito e forse della maggior parte d’Europa, Milton Keynes è stata costruita intorno a una griglia di strade, come quelle che s’incontrano comunemente negli Stati Uniti. Queste sono facili da navigare e utili per ridurre la congestione: una griglia, infatti, offre più opzioni per arrivare da A a B, di conseguenza le strozzature che si verificano nella maggior parte delle altre città sono quasi assenti.

1762103_1472634439-1182-kEpE-U1090410932922uBC-1024x576@LaStampa.it


Milton Keynes possiede anche una rete di percorsi ciclabili ricreativi, chiamati Redways e progettati per chi vuole farsi una piacevole scampagnata in bicicletta. Non per quegli uomini di mezza età che vestono lycra e fingono di essere al Giro d'Italia o al Tour de France. Cosplay su ruote ... proprio non lo capisco.

Scusate, sto divagando.

Le ciclabili sono leggermente distanziate dal traffico e attraversano la maggior parte della città, il che le rende sia utili che sicure. Te ne puoi andare a zonzo come una lumaca senza intralciare il passo e senza che nessuno ti solleciti a sbrigarti.

Ma la ciliegina sulla torta sono le credenziali di accessibilità di Milton Keynes: ampie strade e passerelle pedonali, niente gradini o scale. Certo, qualche scala c’è, ma è possibile attraversare la città senza doverle usare. L’esatto contrario di Edimburgo, dove c’ è una sovrabbondanza di vicoli stretti e scoscesi. Le differenze con Edimburgo, in realtà, non si fermano certo alla viabilità … ma questo è argomento per un altro post.

Non riesco a trovare un posto migliore, in tutto il Regno Unito, per far circolare questi droni terrestri. Ora che ci penso: non riesco proprio a trovarne un altro che si presti a questo tipo di consegna. Questo, temo, si rivelerà un bel problema. Non essendoci molte topografie, in giro per il mondo, adatte ai droni terrestri (almeno al loro stato attuale di evoluzione), le consegne del futuro prossimo venturo resteranno nelle mani di quegli esseri umani la cui disponibilità continua a scarseggiare sotto l’albero di Natale.

#drones, #Taking Stock

    
COMMENTI