Milkman Consegne a Domicilio
ARCHIVIO NEWSLETTER IT EN

E-commerce in Italia: ecco dati e trend del 2019 per impostare la strategia 2020

by Milkman

 

Sono tutte positive le sensazioni che ci portiamo dietro dal Convegno dell'Osservatorio E-commerce (buon 20° compleanno!) del Politecnico di Milano. Il focus dell'incontro era la divulgazione dello studio sullo status del mondo e-commerce in Italia e nel mondo. Un'analisi davvero ricca di spunti e dati interessanti che abbiamo cercato di riassumere qui sotto per voi.


Frame 1 (1)


L'e-commerce continua a crescere. A livello globale si stima una vendita pari a circa 3 mila miliardi nel 2019 (+20% rispetto il 2018) con la Cina che si conferma primo Paese per volumi (1,3 mila miliardi) +21% rispetto al 2018, seguita da USA con 680 miliardi (+10%) ed Europa a quota 670 miliardi (+11,5%).

Importante evidenziare la continuità di alcuni fenomeni come:

- la leadership delle dot.com come Alibaba e Amazon, grazie anche all'acquisizione di spazi di stoccaggio e all'internalizzazione delle operazioni logistiche.  

- l'e-commerce si conferma il motore di trasformazione del retail. 

- l'aumento di controllo e regolamentazione (vedi PSD2 'Payment Services Directive 2', il nuovo regolamento sui servizi di pagamento entrato in vigore il 13 gennaio 2018 e Web Tax, la proposta di legge che punta, nell'era dell’economia digitale, alla regolamentazione della tassazione per le multinazionali che operano in Rete, con l’obiettivo di garantire equità fiscale e concorrenza leale). 

- il sempre più deciso controllo dei costi e dell'efficienza dei processi, con relativo aumento del livello di servizio e della customer satisfaction.

Veniamo a noi: anche quest'anno, in Italia, la crescita è dovuta per lo più all'acquisto di prodotti che raggiungono i 18 miliardi di € (+21% rispetto al 2018) con 281 milioni di ordini e uno scontrino medio di poco meno di 64 €. Le categorie che trainano questo trend positivo sono Informatica & Elettronica che si confermano come primo comparto seguito da Arredamento e Home Living. Cresce fortissimo il Food & Grocery (+42% rispetto al 2018 con copertura del servizio che sale a quota 66%) mentre l'Editoria raggiunge il miliardo di €.

Frame 2 (2)-1


I servizi, invece, entrano in una fase di maturità con un incremento di poco inferiore al miliardo di € (+8% rispetto al 2019) raggiungendo i 13,6 miliardi grazie a 60 milioni di ordini con uno scontrino medio di circa 228 €. La crescita si deve ancora una volta a Turismo e Trasporti che, con 10,9 miliardi di €, si conferma come primo comparto.

Il dato più importante però è quello relativo alla penetrazione: l'e-commerce italiano, nonostante rappresenti ancora il 7,3% degli acquisti complessivi è responsabile del 65% della crescita del Retail (online + offline). Mentre i consumi totali sono pressoché stabili (+1,5%), gli acquisti online fanno registrare un +15%.

Frame 3 (1)


Un altro dato interessante è quello relativo ai device utilizzati durante lo shopping online: nel 2019 il valore degli acquisti online da Smartphone cresce del 6% rispetto al 2018 passando dal 34 al 40% dell'e-commerce totale. Il desktop rimane il device preferito ma fa registrare un notevole ribasso passando dal 60 al 55% in un solo anno. Sembra ormai imminente (lo si attende a cavallo tra il 2020 e il 2021) il sorpasso dello smartphone ai danni del desktop. In valore assoluto, gli acquisti da smartphone toccano un +33% rispetto al 2018. 

Da un punto di vista logistico, nel 2019 si sfioreranno i 300 milioni di ordini con circa 320 milioni di spedizioni (resi esclusi) +18% rispetto al 2018, con una media di quasi 1 milione di pacchi al giorno. I flussi sono maggiormente concentrati al Nord (46%) dove risiede la maggior parte della popolazione italiana, segue il Centro con il 23% e il Sud (21%).

 

 

#eCommerce, #retail

    
COMMENTI