Milkman Consegne a Domicilio
ARCHIVIO NEWSLETTER IT EN

Italia: non è un paese per lockers?

by Milkman

Cambiare un modello di business è più facile che cambiare un modello culturale. Se ne stanno accorgendo corrieri e retailer italiani, intenti a cercare nuove soluzioni per le consegne last-mile. Una di queste soluzioni, ovvero la consegna in locker automatizzati, in Italia resta una chimera: animale pregiato ma misterioso e, soprattutto, sfuggente.

Nel resto d’Europa l’adozione dei cosiddetti parcel lockers è piu alta, con circa 6000 stazioni già operative tra Spagna e Germania. Al contempo, però, l’offerta della consegna in Locker è calata (fonte: Radial, “European eDelivery Index 2017”) di tre punti percentuali dal 2016 al 2017, quasi a segnalare un eccessivo entusiasmo iniziale.

A posteriori sembra naturale che l’implementazione e il costante miglioramento di nuove opzioni di consegna a domicilio, da sempre la preferita dal consumatore, vada a scapito di una formula che prevede l’attivazione del ricevente ed un suo spostamento.

AP-round-the-clock-parcel-lockers-3

Solo lo 0,8% degli italiani che hanno fatto acquisti online nei primi tre mesi del 2018 li hanno ricevuti in un locker, contro il 76,4% di coloro che hanno ricevuto a casa e l’8,4% dei riceventi sul luogo di lavoro (fonte: Consorzio Netcomm, “La logistica e il packaging per l’ecommerce 2018”). Una crescita c’è: nel 2015 era lo 0,1%, ma sembra relegata a bacini sociali e geografici di nicchia.

Si parlava di modelli culturali: il locker è efficace quando posizionato in punti di massimo passaggio, ad esempio stazioni del trasporto pubblico. L’Italia, però, è una delle nazioni con il più basso uso di mezzi pubblici in Europa: calato del 12% negli ultimi 6 mesi (li usa solo il 52% dei cittadini). Chi va in macchina ha bisogno di parcheggiare e le nostre città, dalla struttura spesso antica, non sono l’ideale per la sosta. La burocrazia non aiuta: difficile collocare i locker nelle stazioni di servizio per questioni di sicurezza, meglio supermercati ed centri commerciali. Sempre di nicchia si parla, però: chi è disposto ad andare al centro commerciale, magari tornando a casa dal lavoro, per ritirare un pacco? Esistono isole felici, naturalmente, come gli atenei, dove gli studenti ordinano molto e passano la maggior parte del loro tempo.


Scopri le soluzioni offerte da Milkman per rivoluzionare le consegne a domicilio dell'eCommerce. Scarica il Libro Bianco: "Last-Mile: il futuro del Retail". 

Scarica il Libro Bianco



I locker sono costosi (un packbot Cleveron, di quelli usati negli USA da Walmart, può arrivare a 100.000 euro), hanno bisogno di manutenzione, non possono essere lasciati alla mercé degli elementi, non accolgono colli ingombranti o di formati irregolari, sono brandizzati (DHL, Amazon, etc.) e non accettano pacchi di altri marchi/corrieri. Inoltre il loro modello vive un'interessante contraddizione: richiederebbe una notevole densità sul territorio ma la stessa rischierebbe di granularizzare troppo il traffico dei singoli lockers.

InPost-UK-Parcel-Lockers-in-situe-1024x768-2

Eppure la volontà ci sarebbe: su 100 abitanti della Regione Lombardia (uno degli hotspot dell’eCommerce italiano) intervistati da Milkman (tutti avevano fatto uno o più acquisti online nell’ultimo mese), 84 si sono detti interessati a ritirare i loro pacchi presso un locker. Con due discriminanti: nessun costo aggiuntivo e locker a meno di un chilometro da casa.

L’unica entità in grado di cambiare le carte in tavola, tanto per cambiare, è Amazon. Negli USA ha firmato contratti per installare 850.000 unità in altrettanti condomini, firmando contratti con le grandi holding del comparto immobiliare. In Italia, però, si troverebbe a trattare con decine di migliaia di interlocutori minori, scontrandosi poi con vestiboli che a malapena riescono ad accogliere la cassetta delle lettere.

L’italia non è un paese per lockers? E la Spagni sì?! Laggiù ad installare è stata Correos, ovvero la Posta nazionale, e quasi solo nella capitale Madrid. Poste Italiane ha siglato un accordo con InPost, che al momento controlla 350 lockers sull’intero territorio nazionale. L’intenzione è arrivare a 2500 in 4-5 anni. La sfida è aperta e sicuramente contiene parte della soluzione all’annoso problema delle consegne fallite.

Ma “LA” soluzione dov’è?


 Scopri le soluzioni offerte da Milkman per rivoluzionare le consegne a domicilio dell'eCommerce. Scarica il Libro Bianco: "Last-Mile: il futuro del Retail".

Scarica il Libro Bianco

 

#Our Vision, #last-mile

     
COMMENTI