Milkman Consegne a Domicilio
ARCHIVIO NEWSLETTER IT EN

Galileo, il sistema di navigazione satellitare della UE, migliora l'accuratezza dei servizi di localizzazione

by Milkman

Fino a qualche secolo fa una mappa affidabile valeva più di un tesoro. Qualche volta poteva valere come un Regno. E parliamo di mappe assai poco dettagliate, di quelle con “Hic sunt leones” scritto sugli spazi inesplorati.  

Ci volle quasi un secolo per trovare il denaro e le informazioni necessarie per spedire Magellano nel suo primo e ultimo viaggio attorno al globo. La spedizione partì con 5 navi e 270 uomini di equipaggio. Una singola imbarcazione con 18 marinai a bordo tornò indietro tre anni dopo.

Se avevi una mappa, l’unico modo per sapere la tua posizioni su di essa, ma solo dopo il 1760, era usare un sestante, osservando “corpi celesti e usando un cronometro meccanico col quale calcolare l’ora del giorno. Si faceva, naturalmente, tutto a mano, usando tavole riportanti la posizione degli astri, del sole e della luna. L’accuratezza era di circa 4km e, in presenza di nuvole, l’intera operazione era impossibile”. (Link).

 

sextplath1

Negli anni ‘40 del secolo scorso venne diffuso il primo sistema di navigazione a onde radio, chiamato LORAN. Funzionava inviando segnali radio da emittenti e riceventi sparse sulla superficie terrestre (o a bordo di un aereo o nave) e misurando i tempi di “rimbalzo”. L’accuratezza era di 2-7km.  

fig5-1

Durante gli anni 60 e 70 gli USA condussero diversi esperimenti nel tentativo di usare satelliti per calcolare la posizione di un soggetto. Questi esperimenti nel 1978 portarono alla nascita del GPS. Il sistema è di proprietà del Governo degli Stati Uniti, che lo rende accessibile a tutti ma che può anche, a suo insindacabile giudizio, impedire a qualcuno di usufruirne.

maxresdefault

 

Questo monopolio sta per terminare grazie all’avvento di Galileo, il sistema di navigazione globale satellitare (GNSS) creato dall’Unione Europea, dalla European Space Agency (ESA) e dalla European GNSS Agency (GSA). con quartier generale a Praga e centri operativi a Monaco e Fucino, in Italia.

Questa è un’ottima notizia per tutta la comunità logistica: studi recenti, condotti da Rx Networks e dalla GSA, provano infatti che Galileo, se usato assieme a GPS o GLONASS (l’equivalente russo di GPS), migliora in modo significativo l’accuratezza dei posizionamenti in ambienti difficili come i canyon urbani o gli spazi al chiuso.

 

3842400a8e54bd5446591216a7b8b075

Questo miglioramento nell’accuratezza avrà un impatto potenzialmente enorme sia sul first-mile (con migliori ottimizzazioni di rotta e controllo remoto dei veicoli) che sul last-mile (dove essere in grado di localizzare un oggetto con precisione e velocità è fondamentale): settori in rapida espansione, così come in rapida espansione sono le aspettative degli utenti che pretendono di ricevere i loro pacchi nei tempi e nei luoghi giusti.  

#GPS, #geolocalization, #History of Logistics

COMMENTI